In principio fu il bla bla bla.

Chi è davvero Vittorio Sgarbi

Chi è davvero Vittorio Sgarbi

Vittorio Umberto Antonio Maria Sgarbi è un critico d’arte, politico, scrittore, personaggio televisivo e urlatore italiano.

Vita privata

Figlio di due genitori e fratello di una sorella:

si laurea in filosofia, si specializza in storia dell’arte, si definisce ateo ma anche cattolico, da sempre difende il simbolo della natività cristiana e il concetto di famiglia tradizionale, nonostante non si sia mai sposato, abbia avuto centinaia di amanti e oltre 40 figli di cui solo 2 riconosciuti.

In proposito ha dichiarato: “Sono contrario alla paternità. Quella del padre non è una categoria a cui ritengo di dover appartenere. Ciò detto sono anche contrario all’aborto. Ci sono donne che hanno voluto figli da me, non io da loro perché non può esserci l’obbligo di diventare padre“.

(Quel che si dice “lucidità”).

Carriera politica

Nella sua vita (dal 1990 ad oggi) ha militato o collaborato con i seguenti partiti:

Unione Monarchica Italiana – Partito Comunista Italiano – Partito Socialista Italiano – DC – MSI – Partito Liberale Italiano – Forza Italia – Partito Federalista – Lista Pannella – I Libertari – Polo Laico – Lista Consumatori – UDC – Movimento per le Autonomie – Partito della Rivoluzione – Intesa Popolare – I Verdi – Rinascimento.

(Quel che si dice “coerenza”).

Carriera televisiva

Partorito durante una puntata del Maurizio Costanzo Show, il personaggio Sgarbi ha condotto ed è stato ospite e opinionista di un numero incalcolabile di programmi tv. Il risultato è tutto condensato in una serie di litigi, controversie (anche legali), sfuriate, urla, parolacce, insulti e studi televisivi abbandonati sul più bello.

Ecco alcuni dei suoi “bersagli”:

Federico Zeri (a cui augurò la morte) – Vauro Senesi – Massimo Cacciari (a cui diede del “Buffone“) – Gianni Barbacetto (che apostrofa con “Capra, ignorante, bestia!“) – Roberto Benigni – Sandro Bondi (definito “Incrocio tra Don Abbondio e Massimo Boldi“) – Mike Bongiorno (con cui litigò perché auspicava -Sgarbi- la lava dell’Etna sulle case abusive) – Umberto Bossi – Aldo Busi (“Mentecatto assoluto!“) – Rocco Casalino – Alessandro Cecchi Paone (“Ateo bastardo!“) – Giuseppe Cruciani (“Ti piscio in testa!“) – Roberto D’Agostino – Barbara D’urso – Antonio Di Pietro (“Valori del buco del culo!“) – gli architetti Zaha Hadid e Massimiliano Fuksas (definiti rispettivamente “Troia irachena” e “Distruttore fascista“) – Milo Infante – Giulia Innocenzi (“Capra!“) – Alessandra Mussolini – Marco Pannella – Piero Ricca (“Verme infetto“) – Marina Ripa di Meana (“Vecchia rincoglionita“) – Oscar Luigi Scalfaro (“Scoreggia fritta!“) – Pasquale Squitieri – Valerio Staffelli (colpito col Tapiro d’oro) – Il Trio Medusa – eccetera eccetera.

(Quel che si dice il “rispetto”).

Controversie legali

Nel corso della sua vita ha riportato le seguenti condanne civili e penali:

Condanna per truffa aggravata, assenteismo e produzione di documenti falsi (6 mesi e 10 giorni) – Condanna per diffamazione aggravata contro Caselli e il pool di Milano (1.000 euro) – Condanne civili per ingiurie contro Marco Travaglio (65.000 euro) – Condanna per diffamazione contro Roberto Reggi (6 mesi) – Condanna per diffamazione contro Raffaele Tito (100.000 euro) – Condanna per ingiuria contro Gianfranco Amendola (30.000 euro) – Condanna per diffamazione contro Ilda Boccassini (25.000 euro) – Condanna civile per diffamazione contro il pool di Mani pulite (60.000 euro) – Condanna per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale (11.000 euro).

(Quel che si dice la “calma”).

Sgarbi-quote

Se non fosse ancora chiara la natura del personaggio, ecco una serie di aforismi e dichiarazioni che la delineano perfettamente:

– [Rivolgendosi ad Alessandro Cecchi Paone] Ateo bastardo! Ateo fasullo! Pensi solo all’esibizione della tua oscena bisessualità. Ridicolo sei! Pensa a Papa Giovanni, pensa a Wojtyla, pensa ai santi, e non alle stronzate che dici tu. Rispetta la Chiesa! Ignorante, capra!

Berlusconi si scopa tutte queste ragazze in nome di tutti gli italiani, e questi lo devono ringraziare perché per governare bene bisogna scopare bene.Di Pietro, Colombo e Davigo: assassini che vanno arrestati per associazione a delinquere volta a sovvertire l’ordine democratico.

Avere una moglie è un limite dell’uomo.

Ho sempre detto che i figli appartengono alle madri… se nasce da una distrazione non è detto che poi uno debba prendersene la responsabilità.

Io alla Leopolda preferisco l’Ubalda.

– [Su Angelino Alfano] È il peggior politico italiano, mi fa schifo fisicamente, sembra Frankenstein.

I giudici sono fascisti. I giudici sono tutti fascisti!

Io odio Federico Zeri e desidero la sua morte.
L’Europa è una menzogna e una truffa.

Amato stava a Craxi come il bidè sta al water.

– [Rivolgendosi a Marco Travaglio] Mia sorella vale venti volte te che sei un pezzo di merda! Pezzo di merda puro!

Liberi culi in libero Stato!

Onorevole D’Alema, le darei volentieri il mio voto; sono molto tentato di farlo, per aggiungere la mia corruzione alla vostra, aggiungere merda a merda.

Ci sono due stupratori che sono Saviano e Grillo i quali stabiliscono di avere proprietà del loro partito e della loro ideologia.

Renzi è tecnicamente un figlio di puttana.

– [Rivolgendosi a Roberto Benigni a Sanremo] Ha detto di tutto, ha detto di tutto. Pagato! Pagato! Pagato! Pagato! Pagato! Restituisca i soldi! Lei gratis! Restituisca i soldi! Pagato! Pagato! Comunista pagato! Pagato! Pagato! Pagato! Pagato! Pagato! Pagato! Pagato! Pagato! Pagato!

Lasciami parlare, e taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci! Taci!

Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra! Capra!

(Quel che si dice la “sintesi”).

 

Francesco Giamblanco

(fonte: Wikipedia e Wikiquote)

 

leggi anche:

È STATO UN DISASTRO: ECCO TUTTI GLI ERRORI DI MATTEO RENZI

VI SPIEGO COS’È IL FASCISMO E PERCHÉ NON È UN’OPINIONE MERITEVOLE DI TUTELA E RISPETTO

31 RAGIONI PER NON DIMENTICARE CHI È STATO DAVVERO SILVIO BERLUSCONI

Condividi

Comments

comments



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


error: Se vuoi condividere i contenuti usa i tasti di condivisione o scrivici a info@sequestoèunblog.it