In principio fu il bla bla bla.

Tutto quello che detesto di voi che mi chiamate “buonista”

Tutto quello che detesto di voi che mi chiamate “buonista”

Detesto i vostri post: non sapete riconsocere quand’è il momento di tacere.
Detesto i vostri “Non sono razzista ma…”: o siete razzisti o non lo siete, senza se e senza ma.
Detesto la vostra idea di democrazia: il consenso sui social non va confuso con la rappresentatività in Parlamento.
Detesto la vostra maleducazione: avete dimenticato il rispetto per le regole più elementari.
Detesto la vostra mancanza di umiltà: non riuscite ad accettare il fatto che c’è e ci sarà sempre qualcuno migliore di voi.
Detesto la vostra superbia: provate a fare domande invece di elargire risposte.
Detesto i vostri soldi: con cui pensate di poter comprare tutto.
Detesto anche la vostra povertà: dietro la quale provate a nascondere quella d’animo.
Detesto il vostro linguaggio: avete confuso il diritto di critica con l’insulto.
Detesto la vostra “superiorità immorale”: che vi fa spergiurare sul Vangelo.
Detesto la vostra “superiorità illegale”: non conoscete neanche i principi inviolabili della Costituzione.
Detesto la vostra confusione: non distinguete un dogma da un’opinione.
Detesto la vostra ipocrisia: che usate come scudo per il vostro tornaconto.
Detesto la vostra superficialità: i problemi vanno affrontati seguendo la logica, non gli slogan.
Detesto la vostra strafottenza: usata in nome della vox populi.
Detesto la vostra ignoranza: ve ne beate come fosse una virtù.
Detesto la vostra violenza: verbale e fisica.
Detesto la vostra intolleranza: verso chi è “diverso” da voi, come se poi esistessero due individui “uguali”.
Detesto la vostra codardìa: vi nascondete dietro uno schermo per dire quello che a quattr’occhi non direste mai.
Detesto la vostra memoria corta: se dimenticate chi siete stati non saprete mai chi vorrete essere.
Detesto la vostra disumanità: l’assoluta indifferenza innanzi alla sofferenza altrui.
Detesto le vostre bugie: mentite spudoratamente sapendo di mentire.
Detesto la vostra stupidità: vi fate ingannare con una facilità disarmante.
Detesto il vostro egoismo: la terra gira intorno al sole, non intorno a voi.

Detesto quando mi chiamate “buonista”: non sono buonista io, siete voi a non essere persone buone.

Detesto il vostro odio: ha infettato anche me.

Per questo detesto anche me stesso: perché odio dovervi detestare.

 

di Francesco Giamblanco

 

POTETE SUPPORTARE SE QUESTO È UN BLOG

utilizzando il pulsante delle DONAZIONI presente in pagina,

oppure effettuando i vostri acquisti su Amazon.it utilizzando 

questo link:https://amzn.to/2lWP1cg. GRAZIE.

 

Leggi anche:

Le 20 domande a cui Salvini non risponderà mai

Noi migranti italiani facciamo così

Italiani che odiano le donne

Nessuno ha chiesto la vostra opinione

È tutta colpa dei migranti

Condividi

Comments

comments



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


error: Se vuoi condividere i contenuti usa i tasti di condivisione o scrivici a info@sequestoèunblog.it