In principio fu il bla bla bla.

Tag: società

La vita e la morte, il pensiero del Maestro Camilleri

La vita e la morte, il pensiero del Maestro Camilleri

Alle 8,20 di questa mattina, dopo un lungo ricovero per arresto cardiaco, se ne è andato il Maestro Andrea Camilleri. Le maggiori testate italiane lo ricordano come il padre di Montalbano, ma tra i suoi grandi romanzi si ricordano anche “Un filo di fumo”,”La stagione […]

Condividi
8 marzo: ciò che eravamo, ciò che siamo

8 marzo: ciò che eravamo, ciò che siamo

Viviamo in un eterno presente in cui ognuno riscrive la storia a modo suo. Chi deride il femminismo; chi riduce la Giornata Internazionale della Donna a una semplice festa in cui ricordare quanto siamo belle e brave; chi crede di “proteggere la donna” portando avanti […]

Condividi
Sei buono o buonista? Quando le parole scrivono la storia

Sei buono o buonista? Quando le parole scrivono la storia

Qualche sera fa, nonostante il freddo (anomalo per una serata di fine giugno), sono andato a vedere un film all’aperto, in una bellissima piazza di Pisa. Proiettavano Avatar di Cameron (contiene spoiler), il blockbuster che ha incassato di più nella storia del cinema. Quasi tutti l’abbiamo […]

Condividi
Dacci oggi il nostro pane quotidiano: ma prima gli italiani!

Dacci oggi il nostro pane quotidiano: ma prima gli italiani!

Immaginate di essere in un panificio di una città italiana. C’è una lunga fila che continua anche fuori dalla porta; il panettiere, vedendo tanto caos, inizia a urlare con voce tremolante: “Fermi tutti! Servirò prima gli italiani”. A quel punto, il nordafricano, l’indiano e il […]

Condividi
Da Montecitorio al Grande Fratello: l’epopea del brutto

Da Montecitorio al Grande Fratello: l’epopea del brutto

Il Grande Fratello io non lo guardo, ci tengo a precisarlo subito. Perché sono radical chic, direte voi. No. Perché non mi piace, vi assicuro io. E non l’ho mai guardato. Forse qualcosa delle prime edizioni, per curiosità, non per interesse; perché era ancora vergine, […]

Condividi
L’importanza del voto: l’ultima cosa di cui si accorge un pesce è l’acqua in cui vive

L’importanza del voto: l’ultima cosa di cui si accorge un pesce è l’acqua in cui vive

Poniamo il caso che un giorno, un governo deciderà di cambiare l’articolo 48 della Costituzione e lo riscriverà nel modo seguente: “Potranno votare solo i cittadini del Nord Italia”. A quel punto si scatenerà sicuramente una rivolta e tutto il Sud si mobiliterà per una […]

Condividi

error: Se vuoi condividere i contenuti usa i tasti di condivisione o scrivici a info@sequestoèunblog.it