In principio fu il bla bla bla.

Tag: razzismo

Ad Auschwitz cade ancora la neve

Ad Auschwitz cade ancora la neve

Sono appena atterrato in Italia. Dalla Polonia. E sento ancora il freddo. Il freddo di quelle temperature bassissime a cui non sono affatto abituato. Il freddo lasciatomi addosso da un’esperienza che proprio adesso, buttando giù queste poche righe, provo a metabolizzare. Due giorni fa, ho […]

Condividi
No Salvini, le torture non sono “retorica”: ecco perché

No Salvini, le torture non sono “retorica”: ecco perché

Ieri, di rientro dalla sua visita lampo in Libia, il ministro dell’Inferno Matteo Salvini ha lanciato il suo ennesimo slogan: “Centri d’accoglienza all’avanguardia. Basta con la retorica delle torture”. Ecco che torna, per l’ennesima volta, la comunicazione (di pancia) a farla da padrona. La comunicazione […]

Condividi
Ecco perché il più grande nemico del POPOLO è il POPULISMO

Ecco perché il più grande nemico del POPOLO è il POPULISMO

Per il vocabolario Treccani, il termine POPULISMO indica un “atteggiamento ideologico che, sulla base di principi e programmi genericamente ispirati al socialismo, esalta in modo demagogico e velleitario il popolo come depositario di valori totalmente positivi”. Secondo il dizionario Garzanti, invece il POPULISMO “tende all’elevamento […]

Condividi
Segen, morto di fame a 22 anni

Segen, morto di fame a 22 anni

Appena pochi mesi fa, un giovane migrante eritreo è morto di fame, subito dopo essere sbarcato a Pozzallo, in Sicilia, dalla nave dell’ong spagnola Proactiva Open Arms. Faceva parte di un gruppo di circa 90 persone recuperate. Appena sceso dalla nave è stato trasferito in […]

Condividi
“Lettera a un mio coetaneo razzista”: l’appello di una ragazza “ne*ra”

“Lettera a un mio coetaneo razzista”: l’appello di una ragazza “ne*ra”

Cosa vuol dire essere razzista. Leaticia Ouedraogo, 20 anni, originaria del Burkina Faso, vive a Bergamo ed è una studentessa di lingue alla Ca’ Foscari di Venezia. Pochi giorni fa, nel blog studentesco Linea 20, ha pubblicato queste parole, dopo che nel bagno dei maschi della biblioteca […]

Condividi
Giornata della Memoria: meditate che questo è

Giornata della Memoria: meditate che questo è

(In fondo all’articolo guarda il video “Se questo è un uomo. Oggi”)   Il 27 gennaio 1945 le truppe sovietiche arrivarono per prime ad Auschwitz. L’apertura dei cancelli del campo di concentramento della città polacca rivelò al mondo intero gli orrori del genocidio nazifascista. Pur […]

Condividi

error: Se vuoi condividere i contenuti usa i tasti di condivisione o scrivici a info@sequestoèunblog.it