In principio fu il bla bla bla.

Ultimi post

Elogio dell’uguaglianza: il diritto di essere diversi

Elogio dell’uguaglianza: il diritto di essere diversi

L’art. 3 della nostra Costituzione, all’indomani del Fascismo e della Seconda Guerra Mondiale (che per lungo tempo avevano soppresso i diritti e le libertà di ognuno), ha raccolto l’antica eredità culturale dell’Illuminismo, formulando uno dei principi più sacri e inviolabili su cui si fonda la […]

Condividi
Perché la Politica non comprende più i nostri bisogni?

Perché la Politica non comprende più i nostri bisogni?

Si dice che la Politca non sappia più comprendere i bisogni delle persone, cosa che spiegherebbe il successo dei “nuovi” partiti-movimenti-sette-aziende e la crisi di quelli vecchi. Ma è anche vero che la Politica è fatta dalle persone, dunque sono le persone stesse a non […]

Condividi
La Sinistra non è morta

La Sinistra non è morta

Negli ultimi anni non abbiamo fatto altro che ripetere “La Sinistra è morta!”. Eppure, di recente, ho visto la Sinistra sotto la finestra di Mimmo Lucano, pronta ad esprimere tutta la propria solidarietà. Vedo la Sinistra in tutte quelle persone intente ad affermare non tanto […]

Condividi
Vietate le spese immorali: breve storia del reddito di cittadinansia

Vietate le spese immorali: breve storia del reddito di cittadinansia

“Abbiamo abolito la povertà!” È con queste parole che il Governo ha annunciato, dal balcone agli ITALIANIII (sic!), di aver trovato l’accordo per le coperture. In poche parole: di aver trovato i soldi per finanziare il reddito di cittadinanza. Dunque presto la povertà sarà un […]

Condividi
È colpa di una “manina”, è colpa vostra

È colpa di una “manina”, è colpa vostra

È colpa del PD: di Renzi che è rimasto e di D’Alema che se n’è andato. È colpa di Monti e della Fornero: perché anche i tecnici dovrebbero avere un cuore. È colpa di Berlusconi: non per la mafia e le leggi ad personam, per […]

Condividi
“Quanto è bravo Rocco Casalino”: l’astio nella manica dei cinque stelle

“Quanto è bravo Rocco Casalino”: l’astio nella manica dei cinque stelle

Nell’arco di pochi giorni è venuta prepotentemente alla ribalta la figura di Rocco Casalino. Sì, quello del Grande Fratello, quello che, dentro il partito degli scontrini, dei tagli ai vitalizi e dei voli in Economy, guadagna 170.000 euro l’anno (molto più di Conte stesso). Però […]

Condividi

error: Se vuoi condividere i contenuti usa i tasti di condivisione o scrivici a info@sequestoèunblog.it