In principio fu il bla bla bla.

Ultimi post

Come ci siamo ritrovati in un Paese fascista, sottovalutando tutto

Come ci siamo ritrovati in un Paese fascista, sottovalutando tutto

Quando, sottovalutando quelle piccole nuvole grigie sparse come macchie di leopardo, nel cielo luminoso, ci siamo trovati travolti da un violento temporale. Quelle volte che abbiamo sottovalutato la pece nera che sporcava le nostre mani e i nostri piedi dopo un bagno al mare, e […]

Condividi
Tutto quello che detesto di voi che mi chiamate “buonista”

Tutto quello che detesto di voi che mi chiamate “buonista”

Detesto i vostri post: non sapete riconsocere quand’è il momento di tacere. Detesto i vostri “Non sono razzista ma…”: o siete razzisti o non lo siete, senza se e senza ma. Detesto la vostra idea di democrazia: il consenso sui social non va confuso con […]

Condividi
Fotografia senza tempo: tra istinto ed emozione

Fotografia senza tempo: tra istinto ed emozione

“Le mie fotografie non nascono dal desiderio di comunicare, ma dall’istinto. Una buona fotografia è quella che riesce a riprodurre e a trasmettere le emozioni che ho provato mentre scattavo”, sono le parole del brasiliano Sebastião Salgado, uno dei più grandi fotografi viventi. Le prendo […]

Condividi
Per quanto tempo è per sempre?

Per quanto tempo è per sempre?

Il tempo. I fiori dei Cactus Echinopsis durano un solo giorno: fioriscono di notte ed è possibile ammirare il picco della loro bellezza per un massimo di un paio d’ore circa. L’Effimera (o Efemera), un piccolo insetto acquatico molto simile alla libellula, vive un anno […]

Condividi
Da quanto tempo non spegnete lo smartphone?

Da quanto tempo non spegnete lo smartphone?

Pare che in Cina abbiano creato una corsia preferenziale per i pedoni che non vogliono o non possono distogliere gli occhi dal proprio smartphone. In effetti, camminiamo guardando lo smartphone, parliamo con qualcuno scorrendo il dito sullo smartphone, guidiamo gettando un occhio sullo smartphone, mangiamo […]

Condividi
Il rumore del ponte che crolla

Il rumore del ponte che crolla

A poche ore dal crollo del Ponte Morandi di Genova, ho scritto un tweet dettato dalla rabbia, dalla concitazione, dalla confusione del momento, dall’esigenza di urlare a tutti che non si era trattato di un incidente e che era subito chiaro che ci fossero delle […]

Condividi

error: Se vuoi condividere i contenuti usa i tasti di condivisione o scrivici a info@sequestoèunblog.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi