In principio fu il bla bla bla.

Chi l’ha detto che gli uomini odiano lo shopping?

Chi l’ha detto che gli uomini odiano lo shopping?

Molte persone, ancora oggi, sono convinte che la voglia di shopping appartenga (e debba appartenere) esclusivamente alle donne. Stando alle ultime ricerche di mercato, invece, pare proprio che gli uomini non siano esenti da questa febbre. Lo sostiene la ricerca condotta da Neinver, la quale ha evidenziato come anche gli uomini apprezzino fare acquisti, soprattutto gli under 40. Il motivo è abbastanza semplice da capire: nel corso degli anni, l’uomo ha giustamente imparato a prestare maggiore attenzione alla cura della propria immagine e del proprio benessere, mettendo in discussione alcuni stereotipi duri a morire come questo.

2 uomini su 5 sono appassionati di shopping

Se si pensa alla dipendenza da shopping, viene quasi spontaneo immaginare gruppetti di amiche in giro per i negozi del centro, con decine e decine di buste piene. Eppure non sono solo le donne a ritagliarsi volentieri un po’ di tempo da dedicare allo shopping: stando ai dati riportati da Neinver, gli uomini italiani che dichiarano di apprezzare lo shopping di moda sono il 75% del totale; il 40% confessa di avere una vera e propria passione per quest’ambito, mentre il 10% lo considera il proprio hobby preferito. Infine, l’83% usa lo shopping per premiarsi, evidenziando quindi l’aspetto dell’appagamento e ponendo l’accento sul ruolo “terapeutico” che ha questa attività.

Fra gli altri dati interessanti emersi dal rapporto troviamo quello relativo alle fasce d’età. La più coinvolta in assoluto, com’è facilmente intuibile, è quella dei Millennials: la maggior parte degli shopping addicted di sesso maschile in Italia appartiene infatti alla generazione Y, che abbraccia i nati tra il 1980 e il 2000.

Acquisti online: gli uomini spendono in media più delle donne

Gli uomini si differenziano dalle donne in fatto di gusti, preferendo gli acquisti online su store digitali ai negozi tradizionali, troppo affollati e confusionari. Inoltre, si rivelano meno attenti al fattore convenienza e tendono a spendere di più: la loro spesa media si aggira infatti intorno ai 175 euro, quasi il doppio dei circa 100 spesi dalle donne.

Un altro mito da sfatare è quello secondo cui gli uomini sono interessati esclusivamente a gadget e oggetti hi-tech. In realtà gli italiani preferiscono dedicarsi allo shopping per acquistare soprattutto vestiti, visitando store online che offrono vaste sezioni dedicate all’abbigliamento da uomo e permettano loro di creare uno stile personale.

Ciò testimonia una volontà sempre più forte di essere al passo con le mode del momento e di prendersi cura della propria persona, sottolineando quindi anche l’infondatezza dei luoghi comuni che vogliono l’uomo disinteressato al proprio aspetto estetico e poco incline a spendere soldi in vestiti e accessori.

 

di Sequestoèunblog.it

 

POTETE SUPPORTARE SE QUESTO È UN BLOG

utilizzando il pulsante delle DONAZIONI presente in pagina,

oppure effettuando i vostri acquisti su Amazon.it utilizzando 

questo link:https://amzn.to/2lWP1cg. GRAZIE.

 

LEGGI ANCHE:

Maruzza Musumeci: quando Camilleri incontra Omero

Leggere rigenera la mente: Orwell, Saramago, Moravia, tre libri per l’estate

Nobel per la Letteratura: chi sono gli italiani che lo hanno vinto?

Italiani che odiano le donne

È tutta colpa dei migranti

 

 

 

 

 

 

Condividi

Comments

comments



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


error: Se vuoi condividere i contenuti usa i tasti di condivisione o scrivici a info@sequestoèunblog.it