In principio fu il bla bla bla.

Addio a Stephen Hawking: immaginatore dell’universo

Addio a Stephen Hawking: immaginatore dell’universo

È morto Stephen Hawking, il geniale astrofisico della “Teoria del Tutto”. Aveva 76 anni e da giovanissimo era stato colpito dalla Sla, che lo aveva immobilizzato sulla sedia a rotelle.

A lui si deve la teoria cosmologica sull’inizio senza confini dell’Universo, denominata “stato di Hartle-Hawking“, e la termodinamica dei buchi neri, la cosiddetta “radiazione di Hawking“.

I suoi tre figli hanno detto di lui: “Era un grandissimo scienziato e un uomo straordinario. Il suo coraggio e la sua perseveranza, insieme al suo essere brillante e al suo umorismo, hanno ispirato persone in tutto il mondo“. Le stesse persone che sul web, in queste ore, scrivono di lui, a migliaia, per raccontarlo e omaggiarlo, con messaggi d’addio, battute ironiche e citazioni dello stesso Hawking.

Il ricordo.

Ho il piacere di riportare il messaggio di cordoglio di un caro amico, fisico e uomo di cultura, il prof. Salvatore Cavallo, che mi ha colpito per l’umanità e il profondo senso di ammirazione:

“È morto Stephen Hawking. Un potente immaginatore, una finissima intelligenza. Un uomo che ci ha accompagnato in una delle avventure più ‘pazzesche’ della conoscenza. Con la sola potenza indagatrice della matematica ci ha fatto comprendere la natura dello spazio e del tempo e come in esso si intreccino le trame delle cose.

Ha avuto l’ardire di chiedersi e chiederci se esiste una qualche ‘quantistica deformazione’ della trama del tempo in cui l’ordine causale delle cose può mutare.

Ha compreso che se tale ‘strampalato’ luogo nell’universo esiste, deve esistere in qualche sua linea di confine.

Ha scoperto – matematicamente – che tale luogo può esistere. Ma solo ai confini dell’universo, ovvero nei bordi dei buchi neri. Lì, molto lontano (davvero molto lontano), dove l’ordine causale delle cose può essere sovvertito.

E in questo ha chiarito molto della natura e dei limiti dell’universo. L’universo, appunto, luogo in cui le cose scorrono solo in un ‘unico verso‘.

Lui non ha potuto visitare questi luoghi e non ha potuto accompagnarci lì. Ma li ha immaginati e noi con lui.
Questo basta per essergliene grati.

Ora sono triste. Perché ogni volta che un sognatore muore sento una triste malinconia. Forse perché contando le stelle, i conti non mi tornano mai. Ne manca sempre una. O ne trovo una in più. Non so”.

Le citazioni.

Concludo riportando alcune delle più celebri citazioni dello stesso Stephen Hawking:

C’è una fondamentale differenza tra la religione, che è basata sull’autorità, e la scienza, che è basata su osservazione e ragionamento. E la scienza vincerà perché funziona. 

Il più grande nemico della conoscenza non è l’ignoranza, è l’illusione della conoscenza. 

Lo svantaggio della mia celebrità è che non posso andare da nessuna parte senza essere riconosciuto. Non serve a nulla indossare occhiali da sole e una parrucca. La sedia a rotelle mi tradisce. 

Einstein sbagliò quando disse: “Dio non gioca a dadi”. La considerazione dei buchi neri suggerisce infatti non solo che Dio gioca a dadi, ma che a volte ci confonde gettandoli dove non li si può vedere. 

La vita sarebbe tragica se non fosse divertente. 

Guardate le stelle, invece dei vostri piedi. Siate curiosi. Per quanto difficile possa sembrare la vita, si può sempre fare qualcosa. 

 

Francesco Giamblanco

Siamo anche su TELEGRAM. Cercateci e iscrivetevi al canale @sequestoeunblog. Oppure cliccate qua: Sequestoèunblog.it su Telegram

 

Leggi anche:

LETTERA APERTA A NOI GIOVANI SFIGATI

LE 9 “ITALIANE” PIÙ BRUTTE DI SEMPRE

UN RICORDO DI MASSIMO TROISI: LE SUE CITAZIONI PIÙ BELLE

Condividi

Comments

comments



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


error: Se vuoi condividere i contenuti usa i tasti di condivisione o scrivici a info@sequestoèunblog.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi